Tendenze moda estate 2018: il caftano diventa urban


Tendenze moda estate 2018: il caftano diventa urban

Zara

Un capo beachwear tra i più femminili che nelle ultime stagioni calde si è aperto a delle interpretazioni più fashion è il caftano, diventato un vero e proprio must have per l’estate 2018, da indossare non solo in spiaggia ma anche in città.

In vista della bella stagione diversi grandi brand specializzati nel settore della moda mare hanno realizzato una variegata selezione di modelli che si adattano alla perfezione anche al look di tutti i giorni, per questo nel corso delle giornate più calde i caftani possono sostituire gli abiti corti e lunghi. Rientrano in questa tipologia di caftani versatili quelli lunghi e corti in tinta unita, con base stampata o con ricami e dettagli glamour che permettono di portarsi dietro un allure vacanziero. Le fashioniste non possono rinunciare ai caftani che assumono un look più urban in modo da poter essere indossati non solo in spiaggia ma anche in giro per la città, rientrano in questa tipologia di modelli le declinazioni in tinta unita nei classici colori nero e bianco, alcune versioni propongono inserti traforati, lavorazioni in pizzo, elementi crochet.

Non mancano poi delle proposte con base stampata in lungo ed in largo su cui campeggiano diversi motivi tematici trendy che vedono per protagonisti quadretti, righe orizzontali, stampe optical, pattern paisley, stampe astratte, ricami centrali, applicazioni peziose sullo scollo e sui bordi delle maniche.

A differenza delle classiche proposte beachwear i modelli di caftani più pratici sono quelli in tinta unita in colorazioni sabbiose o dark dallo stile etnico, da abbinare ad accessori che permettono di completare con stile il look delle donne. Le varianti più briose di questo capo di abbigliamento femminile suggerite per l’estate 2018 si lasciano invadere anche da trame floreali in colorazioni vivaci e pastello o da stampe tropical più vivaci, non passano inosservati alcuni modelli decorati da farfalle, uccelli ed altri animali.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *