Anello di fidanzamento: Come scegliere quello giusto


Anello di fidanzamento: Come scegliere quello giusto

Chi lo ha detto che “Basta il pensiero!?” Un evento importante come il fidanzamento va siglato con un anello perché ciascuna di noi deve poter vivere, anche solo metaforicamente, la favola di Biancaneve, o per essere più attuali, quella dei principi d’Inghilterra.

Essenzialmente l’anello di fidanzamento è una promessa, è un dire: “Sei la mia vita ed è con te che voglio condividere tutto.”

Scegli il miglior anello di fidanzamento in commercio tra verette e solitari, tra trilogy e anelli con singola pietra; ne esistono ormai di vari tipi, dal design più semplice o più ricercato, personalizzati o meno, tanto che spesso risulta difficile focalizzare ciò che potrebbe fare al caso nostro.

Ma oltre ad essere un simbolo d’amore, è anche un gioiello che va saputo scegliere e che rispecchia la personalità di chi lo riceve. Pare infatti che la donna che riceve tale dono, oltre ad ammirarlo migliaia di volte nell’arco della giornata, lo ostenti ad amiche e colleghe altrettante volte, perché ammettiamolo pure, siamo non solo vanitose ma in questo caso siamo anche paranoiche: saremmo capaci di parlare dell’oggetto in questione anche tutta la giornata.  Secondo la tradizione, tramandata dai nostri genitori, l’anello di fidanzamento andava regalato un anno prima del matrimonio; tale usanza ora è andata persa ma rimane però ancora apprezzato il gesto che viene identificato da gran parte delle donne come il passaggio da ragazza a fidanzata.

Andare a comprare l’anello di fidanzamento non è sicuramente una cosa semplicissima ma ovviamente neppure impossibile: bisogna andare in gioielleria già preparati sull’argomento, definire il budget a disposizione e nel caso in cui si opti per un anello con pietra, ricordarsi di farsi rilasciare un certificato di autenticità della stessa e, in questo caso, anche farlo notare alla futura sposa che ne apprezzerà il valore aggiunto. Scegliere un anello con una pietra colorata è sicuramente un modo meraviglioso per farlo risaltare al massimo. Difficilmente infatti la preferenza viene direzionata verso modelli in oro giallo o rosa senza pietra che, per quanto belli e moderni, raramente vengono preferiti come promessa di matrimonio. A volte capita però che non avendo ancora chiaro ciò che potrebbe essere il nostro acquisto, vuoi perché la nostra lei è volubile, vuoi perché è la prima volta che ci accingiamo a fare un simile regalo, entrare in una gioielleria dove vi è solo la vendita assistita, ci crei ulteriore ansia e tutto a discapito della giusta scelta. Ci sono gioiellerie dove è possibile passeggiare tra i banchi espositivi, tutto ciò per permettere al cliente di osservare con calma o quantomeno di farsi un’idea circa il prodotto e, cosa non poco importante, sul costo. Ricordiamo inoltre che la fedina di fidanzamento verrà indossata sull’anulare della mano sinistra, lo stesso dito della fede nuziale, perciò procuratevi, con una scusa la misura corretta e considerando che dopo il matrimonio verrà indossato insieme alla fede nuziale, direzionate la scelta su qualcosa che possa abbinarsi ma che allo stesso tempo, l’uno non oscuri l’altro.

E’ tutto chiaro? Siete ancora nel dubbio! Infatti molti uomini non sempre sono sicuri di scegliere ciò che realmente potrebbe piacere alla propria donna, ed ecco allora che l’effetto a sorpresa non può essere realizzato. Niente paura! Portate la vostra lei a guardare la vetrina e fatele domande attinenti e se tutto ciò non bastasse, beh! portatela con voi al momento dell’acquisto, la sorpresa di vedervi entrare in una gioielleria sicuramente ci sarà e lei potrà scegliere e misurare quello che meglio si adatta alla sua mano e ai suoi gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *